Archivio mensile Ottobre 2016

Disemi

Manutenzione e Moltiplicazione del Ciclamino

curare e moltiplicare il ciclaminoIl Ciclamino, della famiglia delle Primulaceae, è una pianta resistente agli sbalzi di temperatura e per questo può essere coltivata sia nei vasi del terrazzo, sia dentro casa e nel terreno, in zone a clima mite e non soggette a ghiacciate notturne del suolo.

I fiori del Ciclamino sono grandi, profumati e dal colore intenso. In appartamento il Ciclamino fiorisce a fine autunno o all’inizio dell’inverno mentre all’aperto fiorisce in primavera. La pianta del Ciclamino preferisce terreni organici e durante la fioritura ha bisogno di un’elevata illuminazione, frequenti innaffiature e concimazioni con fertilizzanti specifici per fiori. Si sconsiglia il ristagno dell’acqua nel sottovaso. Al termine della fioritura il Ciclamino va riposto in un luogo ombreggiato, dove le bagnature verranno ridotte a poco a poco, fino a sospenderle totalmente non appena saranno cadute le ultime foglie.

La moltiplicazione per divisione del tubero di solito avviene in primavera suddividendo il bulbo radicale del ciclamino in due parti. Potrete estrarre il bulbo del ciclamino quando le piantine saranno a riposo e la fioritura risulterà del tutto terminata. Dividerete il bulbo in due utilizzando un coltello e dopo che vi sarete assicurati che in ognuna di esse vi sia una gemma pronta a germogliare piantate ogni porzione del bulbo in un vasetto con terriccio da alleggerire mescolandolo alla sabbia. Se dovete trapiantare bulbi interi, posizionateli con la punta verso l’alto.

Se invece decidete di coltivare il ciclamino in giardino, dai semi o dai bulbi, scegliete sempre una zona piuttosto umida e ombreggiata. Potrete invece trasferire facilmente i ciclamini coltivati in vaso da un punto all’altro o dall’esterno all’interno a seconda delle necessità e delle temperature.

Disemi

Caratteristiche e manutenzione della Stella di Natale

concime per stelle di nataleLa Stella di Natale, o Poinsettia, è una pianta originaria del Messico e appartenente alla famiglia delle Euphorbiaceae. I suoi fiori sono caratterizzati da colori intensi, rossi, rosa o bianchi. Solo nelle zone a clima mite può essere coltivata in pieno campo mentre in vaso vuole un terriccio umifero, non calcareo.

La Stella di Natale ama la luce del sole diretta, salvo nei periodi estivi, in cui si consiglia di tenerla dentro casa in una zona ombreggiata. In Inverno la posizione perfetta per la Stella di Natale è davanti ad una finestra. Durante il periodo di riposo vegetativo le innaffiature devono essere molto ridotte o addirittura sospese mentre in primavera, durante la ripresa vegetativa, la pianta dovrà essere bagnata intensamente, sempre evitando i ristagni di acqua.

Parassiti della Stella di Natale: la Stella di Natale può essere soggetta all’attacco di parassiti come i moscerini bianchi, il tripide delle serre e le cocciniglie. In caso di foglie ingiallite si consiglia di applicare del concime a base di ferro.

Concimare la Stella di Natale: ogni 10-20 giorni fertilizzare il terreno della Stella di Natale con un concime specifico per piante fiorite.

 

concime naturale fiori e stelle di natale

Visita la nostra pagina Facebook per scoprire tutte le offerte sui prodotti per il giardino!

Disemi

Fertilizzante Naturale per Alberi da Frutto

concime naturale alberi da fruttoNon è facile trovare un buon concime naturale per alberi da frutto in commercio. L’esperienza decennale di Starter Green riguardo ai fertilizzanti e all’agricoltura ha dimostrato che trovare concimi naturali efficaci e non nocivi per la salute dei consumatori sia un’impresa difficile ma non impossibile. Come anticipato sulla nostra pagina Facebook, si può dire che esista un concime naturale per alberi da frutto che ha davvero migliorato le produzioni agricole degli ultimi anni. Il vantaggio principale nell’utilizzo di Leonardite è quello di migliorare la salute del terreno, limitando le perdite limitando le perdite per lisciviazione, aumentando la capacità di assorbimento degli elementi nutritivi e dei microelementi necessari alla vita della pianta.

Il concime naturale per frutteti e orticole Leonardite agevola la corretta decomposizione della sostanza organica limitando gli effetti negativi della salinità del suolo. Inoltre la Leonardite favorisce i processi biochimici per migliorare le condizioni generali del terreno: è il concime ideale per i terreni intensamente sfruttati. La caratteristica principale è l’elevata percentuale di sostanza organica umificata presente al suo interno. Si può utilizzare la Leonardite sia per le orticole, sia per le frutticole e in caso di necessità anche per fertilizzare i fiori.

Il prodotto è adatto per la distribuzione sul terreno prima della semina o del trapianto e della ripresa vegetativa nelle coltivazioni arboree, è indicato anche nella preparazione dei substrati di coltura per i bancali e per le coltivazioni nei contenitori.

Fertilizzante Leonardite per la coltivazione in serra: utilizzare prima della semina del terreno, sia per la semina sia per il trapianto. La dose è di 25-30kg/1000 mq

Concime per la coltivazione in pieno campo: utilizzare prima della semina del terreno, sia per la semina sia per il trapianto. La dose è di 300-400kg/Ha

Per concimare tappeti erbosi e campi sportivi si consiglia di utilizzare prima della semina 30g/mq di Leonardite per favorire la nascita del prato.

concime naturale alberi da fruttoCOMPOSIZIONE DELLA LEONARDITE:

Azoto totale 1,10%

Carbonio organico 42,50%

Sostanza Organica 85%

S. O. Estraibile s.o.t. 90%

S.O. Umidificata esu s.o.e. 95%