Archivio mensile Dicembre 2016

Disemi

Concimazione invernale dei fiori in vaso

concimare-stella-di-nataleNon è davvero Natale senza le Stelle di Natale. Questi bellissimi fiori dai colori intensi sono ormai una tradizione che decora le nostre case e i nostri giardini nel periodo natalizio. Esistono tantissime varietà di Stelle di Natale e si differenziano per colore e dimensione, dalle nane agli alberelli.

Come la maggior parte delle piante, durante l’inverno la Stella di Natale non ha bisogno di essere innaffiata spesso ma solamente quando il terreno si presenta quasi asciutto. Bisogna inoltre prestare molta attenzione a non bagnare le foglie durante l’innaffiatura e a non creare ristagni di acqua per evitare che l’intera pianta muoia.

Durante le feste di Natale, la nostra Stella può essere tenuta dentro casa, lontano dal gelo esterno, in una stanza illuminata e arieggiata spesso. E’ necessario  però non esporla a diretto contatto con la luce del sole. Durante il periodo estivo può essere messa all’aria aperta, in una zona di ombra, dove può stare fino all’arrivo dell’autunno.

 

 

Il miglior fertilizzante per piante fiorite che si può utilizzare nel periodo invernale è Starter Green Cote, un concime ottenuto con materie prime di eccellente qualità, la cui caratteristica principale è la cessione programmata che favorisce la radicazione della pianta nel terreno. Il concime Cote può essere utilizzato per tutte le piante fiorite nel periodo invernale, anche per i Ciclamini, ed è particolarmente semplice da utilizzare grazie ai granuli di cui è composto, i quali rilasciano azoto, fosforo e potassio nel terreno. Per saperne di più sul concime a cessione programmata Starter Green Cote clicca qui.

 

Disemi

Cura delle Piante Grasse in Inverno

cura-delle-piante-grasse-in-invernoSebbene le piante grasse vivano molto bene  all’aria aperta, nel periodo invernale non possono essere esposte a temperature inferiori ai 5 gradi. Possono essere tenute fuori solo da Aprile a Settembre ma fino a Marzo è importante che stiano in casa, in una zona dove la temperatura si aggira sui 10 gradi. Durante l’estate possono essere innaffiate ogni quattro giorni se sono all’aperto, in un ambiente secco, mentre nel periodo invernale possono essere innaffiate anche soltanto una volta al mese. Invece se sono all’aperto l’innaffiatura va sospesa completamente.

Ciò che fa più male alle piante grasse sono i ristagni d’acqua e per questo scegliere un terreno sbagliato può portarle ad una morte rapida e prematura. Infatti le piante grasse prediligono un terreno acido e poroso, che lasci passare acqua e aria senza difficoltà. Una miscela perfetta di terreni per piante grasse si ottiene mischiando il terreno del campo o del giardino con sabbia e terriccio di foglie; inserendo dei sassolini in fondo al vaso ci si assicura anche il deflusso dell’acqua in modo che non ristagni vicino alle radici.

A causa della sua lentezza nel crescere,  il rinvaso va fatto a Febbraio, prima del risveglio della pianta, utilizzando un vaso poco più grande di quello usato precedentemente. Le piante grasse, a differenza di quelle a foglie, non hanno bisogno di molta terra. Per eseguire un buon rinvaso bisogna operare nel momento in cui la terra è più dura e compatta e sostituirla con terriccio fresco e poroso.