Archivio mensile Febbraio 2017

Disemi

Ad ogni seme il suo prato

I semi per erba da giardino si dividono in due gruppi: le microterme e le macroterme. Questi differiscono per la loro capacità di resistenza al caldo o al freddo e agli sbalzi di temperatura, per il colore dell’erba che producono e per la corposità o meno dei ciuffi.

Tra le microterme più famose, troviamo le graminacee adatte, ad esempio, a far germogliare un bel prato all’inglese, il cui ordine e colore dell’erba, nonché la corposità del manto rendono il giardino davvero molto bello.

Per il prato inglese sceglieremo la Festuca, che cresce e si propaga facilmente, e richiede una semplice manutenzione a livello di frequenza di taglio.
Le varietà sono:

  • La Festuca Rubra: da vita ad un manto erboso molto compatto, uniforme e dai ciuffi molto fini.
  • La Festuca Arundinacea: per avere una tessitura più grossa.

Si adattano bene anche ai terreni aridi, ideale per le zone dal clima più caldo.
Un altro tipo di erba è l’Agrostide che non ha bisogno di tagli frequenti. Il manto che produce è ben fitto e compatto, ha una buona durata ma non un’eccelsa resistenza al calpestio.

Tra le varietà più diffuse c’è anche il Lolium Perenne, o Loietto Inglese.
Buona resistenza e crescita veloce, il Loietto necessita quindi di un po’ più di manutenzione e tagli più frequenti, ma si adatta con grande facilità a qualsiasi tipo di terreno. Poiché ha la tendenza a soffocare le altre specie, di solito viene mixato con altre sementi.

Altre varietà di erba per il prato molto gettonate, sempre microterme, sono la Poa o il Lolium. Queste si rivelano la scelta vincente per prati a prova di passaggi frequenti e calpestii e hanno una buona resistenza ai tagli.

I pregi del loietto perenne cominciano con la rapidità d’installazione, in tutti i luoghi e durante tutto l’arco dell’anno, e continuano con un accrescimento vivace e vigoroso a installazione avvenuta. Tollera benissimo il calpestio, divenendo la specie di base per tutti i prati a utilizzo intenso.

La poa pratense è una graminacea dotata di eccezionali caratteristiche di densità, persistenza e capacità di ricupero che la rendono  essenziale nella costituzione di tappeti erbosi di alta funzionalità e qualità estetica. Altre caratteristiche comprendono l’ottima resistenza al calpestio e la capacità di propagazione vegetativa nella riparazione autogena di strappi o vuoti in genere nel tessuto del tappeto erboso.

L’ agrostide stolonifera è la specie più pregiata tra le graminacee per tappeti erbosi. Produce un tappeto erboso intrecciato e fitto con una superficie uniforme, morbida ed elastica.

Ne risulta un manto molto compatto, resistente al calpestio, alle malattie e di lunga durata. Per queste caratteristiche è usata in purezza nella formazione del tappeto erboso dei campi da golf.

Disemi

La semina e il raccolto di Febbraio

Seppure sia freddo, il mese di Febbraio è il periodo migliore per preparare il terreno per le semine di primavera in quanto le temperature non sono tanto basse e per questo motivo le semine nell’orto possono essere più varie e tendenti a quelle che fareste in primavera. E tutto ciò è valido anche per chi coltiva l’orto sul balcone, scegliendo con cura ogni mese le piante alle quali dedicarsi. Non bisogna però dimenticare di riparare dal freddo le piantine più piccole per evitare che gelino.

Grazie al clima mite la semina di Febbraio sarà più varia di quella dei due mesi precedenti, seppure le gelate potrebbero ancora creare qualche problema durante la notte. Ma sarà sufficiente mettere al riparo i vasi per prevenire la morte di alcune delle piante più deboli. 

 

 

Ecco una lista dei semi che possono essere interrati a Febbraio:

  • Fagioli
  • Fave
  • Lattuga
  • Melanzane
  • Meloni
  • Peperoni
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolfiori
  • Cipolle
  • Piselli
  • Pomodori
  • Indivia
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Rape
  • Barbabietola
  • Senape
  • Spinaci
  • Timo
  • Valeriana
  • Zucchine
  • Basilico
  • Carote
  • Cavolo
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Sedano
  • Carciofi

Cosa invece è possibile raccogliere nell’orto a Febbraio?

Se si parla di raccolto, tenendo da conto ciò che si è seminato o piantato nei mesi precedenti, ovviamente esso sarà caratterizzato in particolare dagli ortaggi invernali e non mancheranno le erbe aromatiche:

  • Finocchi
  • Indivia
  • Porri
  • Prezzemolo riccio
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Barbabietole
  • Broccoli
  • Carciofi
  • Cardi
  • Cavolfiore
  • Cavolo broccolo
  • Cavolo verza
  • Cicoria
  • Rosmarino
  • Rucola
  • Salvia
  • Scorzonera
  • Spinaci
  • Timo
  • Valeriana
  • Zucca
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolo nero
  • Cime di rapa