Archivio mensile Giugno 2017

Disemi

Fitopatie estive del tappeto erboso

Durante il periodo estivo il prato è sottoposto a varie tipologie di stress, dalla carenza idrica alle alte temperature alla crescita rapida e invasiva di infestanti. Per evitare che il problema si espanda e intacchi tutta la superficie del tappeto erboso è necessario contrastare l’insorgere della patologia funginea sin dai primi giorni.

Pythium è una malattia funginea che inizialmente si manifesta a chiazze di forma circolare. L’erba dentro la chiazza si presenta oleosa e scura e i fili spesso si avviluppano tra loro. Il tappeto erboso inoltre può essere ricoperto da una massa di micelio bianco cotonoso. In caso di decorso acuto dell’infezione, le chiazze continuano ad espandersi fino ad unirsi e a distruggere larghe sezioni di manto erboso. Pythium è una malattia che può diffondersi nell’arco di una notte, per questo motivo gli interventi devono essere di natura preventiva, con una concimazione a lenta cessione come Turf 4 che parta dalla primavera e arrivi all’estate con un manto erboso rafforzato e pronto a sopportare le alte temperature.

Macchia bruna è un’infezione che si manifesta inizialmente con macchie circolari di 7-10 cm di diametro che si manifesta quando le temperature rimangono sopra i 21° per un lungo periodo. Oltre alle alte temperature, le macchie brune del tappeto erboso possono essere causate da uno scarso arieggiamento, da cattivo drenaggio e da una concimazione eccessiva a base di azoto. Per evitare che ciò accada e che il tappeto erboso si indebolisca è consigliabile utilizzare un concime a lenta cessione come Turf Plus che funge da barriera per la protezione del prato.

Ruggine è la colorazione che assume il prato quando sulle foglie si formano piccole pustole arancioni che, una volta toccate, disperdono una grande quantità di uredospore. La concimazione carente è uno dei principali motivi per cui si forma la Ruggine. In via preventiva si può utilizzare un concime di semplice utilizzo come Turf Perfect.

Un Filo Rosso attaccato alla lamina fogliare, una malattia funginea che può rivelarsi letale per il tappeto erboso. Vento, elevato calpestio e macchine operatrici veicolano la diffusione di questa patologia sul prato. Un terreno poco fertile e una bassa disponibilità di azoto possono essere un’altra delle cause dell’insorgenza della malattia, che può essere prevenuta con l’utilizzo di un concime a cessione graduale in grado di rinforzare la struttura laminare del prato. 

La migliore soluzione alle malattie funginee che si sono già sviluppate nel giardino è quella di utilizzare un concime in grado di ristabilire l’equilibrio nel tappeto erboso. I nostri giardinieri professionisti utilizzano Phytogreen, un concime fogliare a rapido assorbimento, indicato per riportare il prato ad un colore e ad uno stato di salute equilibrato.

Per ricevere maggiori informazioni su come curare le malattie funginee del tappeto erboso

contattacial 348 58 36 625.