Archivio mensile Novembre 2018

Disemi

CAMPO CALCIO

PIPPO

POPPI

 

Disemi

GIARDINO

GSRGFHIRSDOHG

Disemi

PRATO GOLF

2 pataiòdvjopsfgjo

Disemi

Miscugli di microterme

Nella scelta della formazione dei tappeti erbosi STARTER GREEN ,dopo anni di studi,ricerche e di collaborazione con enti specializzati, propone nella sua gamma varietale miscugli adatti ad ogni esigenza.
Miscugli con alta purezza e alta germinabilita’ certificate.
In campo agronomico intendiamo per consociazione la coltivazione contemporanea di piu’ specie o varieta’ nel medesimo terreno.
Quindi STARTER GREEN, ha scelto questa strada per esaltare e fare rendere al massimo le caratteristiche delle varie essenze appunto consociate nei vari miscugli.
Normalmente miscugli formati da piu’ specie da giardino, appartenenti alla famiglia delle microterme, cioe’ essenze che come dice la parola trovano condizioni favorevoli con tempeture tipiche della primavera e dell’autunno.
Loietti, festuche arundinacee, festuche a foglie fini, poa pratensis e agrostis palustris sono le principali essenze, sono quindi microterme.
Nella famiglia delle macroterme annoveriamo cynodon dactylon,paspalum vaginatum,zoysia japonica,dichondra repens.
Queste ultime sono essenze che trovano maggior vigore vegetativo con temperature medio alte, quindi nel periodo estivo, attraversano invece una fase critica nel periodo dove le temperature scendono sotto i 10°C perdendo il colore e di conseguenza rallentando l’attivita della vegetazione.
In condizioni di ombreggiamento l’attivita’ della fotosintesi clorofilliana viene ridotta, quindi per consentire all’erba di sviluppare una maggiore quantita’ di foglia, il prato deve essere tagliato piu’ alto.
Premesso questo, in natura non esiste nessuna essenza che vegeti al meglio in condizioni di scarsa luminosita’,ma sicuramente tra le specie ci sono quelle che si adattano maggiormente nelle zone d’ombra.
Annoveriamo tra queste le festuche a foglie fini,poa pratensis e agrostis.
Al contrario per terreni particolarmente soleggiati si preferiscono miscugli con un alta percentuale di loietto ,anche se ultimamente la festuca arundinacea, viste le sue attitudini di alta rusticita’,si adatta bene in zone di sole.
Disemi

La rigenerazione del campo sportivo

1 – MONITORING
Per monitoring intendiamo il controllo delle condizioni del campo sportivo
valutando le operazioni da eseguire.
2 – DISERBO POST EMERGENZA
Per quanto riguarda il diserbo, abbiamo due tipologie di interventi:
-infestanti graminacee
-infestanti a foglia larga
Nel primo caso bisogna intervenire con un graminicida selettivo a base di
fenoxaprop-p-ethyl. Nel caso di presenza di foglia larga il diserbo va effettuato
con prodotti a base di mecoprop, dicamba, clopiralid.
3 – TAGLIO BASSO
Per poter effettuare le successive operrazioni meccaniche intervenire con un taglio
ad un altezza di 1,5-2 cm.
4 – SABBIATURA
Per migliorare la struttura del suolo e la giocabilita’ del campo e’ opportuno
distribuire 30-35 mc di sabbia specifica per tappeti erbosi.
5 – CONCIMAZIONE TOP SOIL
Per top soil intendiamo lo strato superficiale del terreno in cui si riscontra buona parte
delle radici del prato, e quindi per favorire la radicazione in profondità si consiglia di
intervenire con STARTER GREEN TURF 4 da 1 kg o 5 kg.
6 – BUCATURA
Per evitare la compattazione e ripristinare il drenaggio, procedere con la bucatura con
il passaggio incrociato con vertidrain.
7 – TRASEMINA INCROCIATA
Per favorire la rigenerazione del campo sportivo si consiglia di utilizzare il miscuglio
BLUE TOP OVERSEEDING, alla dose di 20 gr x mq.
8 – CONCIMAZIONE STARTER
Distribuire ad un dosaggio di 25 gr x mq di un prodotto come STARTER GREEN TURF NP
che permette al tappeto erboso di aumentare la velocità germinativa.
9 – TRATTAMENTO FUNGICIDA E RADICANTE
Il trattamento preventivo per le malattie fungine consisite nel distribuire un prodotto
a base di fosfito di potassio, quale STARTER PHYTOGREEN, che ha la caratteristica di
irrobustire i tessuti vegetali che si autodifendono “naturalmente” dalle avversità.
Un’ altro prodotto di nuova concezione è STARTER TRIKO K, inoculo di micorrize che creano
le condizioni ideali sfavorevoli al propagarsi delle malattie fungine.

www.startergreen.it
info@startergreen,it

Disemi

Funghi antagonisti e micorizzazione del prato

Micorrize, funghi antagonisti e batteri favoriscono lo sviluppo delle piante.

Negli ultimi anni si e’ riuscito a riprodurre questi ultimi (micorrize, funghi antagonisti e batteri) disponendo di ceppi che favoriscono uno sviluppo sano delle piante.

Le Micorrize rendono le piante più robuste e resistenti e incrementano fino a 1000 volte la capacita’ della pianta di assorbire acqua e sostanze nutritive e la proteggono da eventuali attacchi di parassiti.

Il trichoderma, è un fungo che ha la caratteristica di accrescimento rapido, e il ceppo più utilizzato è il “TRIKOK“, grazie alle sue proprietà/caratteristiche, come:

– Specifico per le operazioni di preparazione del terreno ma anche fertirrigazione ed irrigazione a goccia;

– Elevata solubilità;

– Incremento della fertilità del terreno;

– Aumento della resistenza alle avversità e attacchi estremi;

– Diminuzione del ph, rendendo più disponibili gli elementi nutritivi normalmente presenti nel terreno;

– Aumento della crescita radicale;

– Crea un ambiente naturale sfavorevole al propagarsi di malattie fungine e batteriche.