Archivio per Categoria Senza categoria

Distartergreen

La combo perfetta per i campi sportivi porta Starter Green in TV!

La ripresa dei campionati di calcio inizia a Gennaio e i calciatori ritornano in campo. Il terreno di gioco degli stadi è ancora congelato e il prato soffre il freddo dell’inverno, influenzando negativamente la giocabilità; il tappeto erboso per campi sportivi necessita dunque di grande attenzione in questo periodo. Il tecnico giardiniere che si occupa della manutenzione dei campi sportivi conosce il ruolo fondamentale che giocano la rigenerazione e la concimazione in una fase tanto delicata come l’inverno.

Quando la temperatura inizia a superare i 12-15° la migliore fertilizzazione del campo sportivo avviene per via fogliare tramite l’utilizzo delle Micorrize, che Starter Green propone nel formulato Triko K, le quali hanno il compito di fortificare l’apparato radicale e di mantenere verdeggiante e vigoroso l’aspetto del prato. Un altro vantaggio dato dall’uso delle Micorrize è la prevenzione delle malattie funginee del tappeto erboso. Per ottenere un risultato positivo completo le Micorrize vanno utilizzate in combinazione con un concime a lenta cessione che assicuri il giusto apporto di nutrienti al prato come Turf 4.

La nostra azienda si è distinta negli anni tra i giardinieri che si occupano della manutenzione degli impianti sportivi grazie ad un mix di prodotti per il tappeto erboso. Triko K e Turf Plus lavorano in eccellente sinergia con i miscugli della linea Blue Top:

Blue Top Landscape

Blue Top Overseeding

Blue Top Overseeding è uno dei miscuglio di sementi per il prato più ricercati dai giardinieri che si occupano dei campi sportivi in Romagna. E’ composto da Loietto Perenne all’80% e al 20% di Poa Pratensis ed è il miscuglio ideale per essere utilizzato da metà Gennaio in poi per la rigenerazione dei campi sportivi perchè permette al prato di essere più elastico. Un tappeto erboso composto da una combo di prodotti Starter Green viene apprezzato per la sua resistenza al calpestio e la velocità con cui si insedia omogeneamente nel tappeto erboso.

Grazie alla nostra presenza nel mondo del calcio Riminese e alla nostra conoscenza in materia calcistica, siamo stati chiamati a partecipare alla trasmissione Calcio di Rigore su Telerimini (Canale 86) e vi prendiamo parte già da diversi mesi. Alessandro Paganini, titolare della Starter Green, parteciperà anche alla trasmissione che andrà in onda Lunedì 13 Gennaio alle 19.55.

Potete vedere la trasmissione anche sul web su www.telerimini.it (sezione Streaming).

Distartergreen

Prevenzione delle Malattie Fungine del Prato

Come per tutte le malattie, la prevenzione è la migliore cura e la scelta dei giardinieri professionisti verte sempre di più verso l’inoculo di funghi antagonisti nel terreno. Le Micorrizze, distribuite nel terreno, sono in grado di legare i propri miceli alle radici delle piante attraverso una sorta di manicotto, incrementando l’assorbimento delle sostanze nutritive, favorendo una crescita vigorosa del tappeto erboso e delle piante presenti.

Le Micorrize assicurano alla pianta una maggiore resistenza agli stress termici e grazie ai i funghi saprofiti presenti nel prodotto, in particolare il Trichoderma harzianum, svolgono un’azione antagonista verso alcuni funghi patogeni, quali Pythium, Corticium fuciforme (Filo rosso), Sclerotinia (Dollar Spot), Rhizoctonia Solani (Macchia bruna), Microdochium nivale (Marciume rosa invernale), Ruggine, impedendone lo sviluppo in via preventiva. Per assicurare alle piante di assorbire ancora meglio le sostanze nutritive presenti nelle Micorrize conviene utilizzare queste ultime in miscela con gli acidi umici e al termine di ogni trattamento è consigliabile irrigare il prato per favorirne l’assorbimento. 

La prevenzione delle malattie fungine attuata attraverso prodotti naturali come le Micorrize e gli acidi umici è un sistema di contrasto molto potente che, rispetto ai prodotti chimici, ha il vantaggio di non essere né tossico né nocivo per l’ambiente. I migliori risultati si ottengono con la costanza di applicazione e con il seguire alcune buone pratiche agronomiche. 

  1. Rimuovere il feltro quando è presente
  2. Utilizzare concimi a lenta cessione
  3. Utilizzare i funghi antagonisti per combattere le malattie fungine e aumentare la resistenza agli stress termici

In autunno, a causa delle condizioni metereo spesso variabili, il manto erboso può essere attaccato da malattie fungine del prato. Alcuni funghi attaccano un particolare tipo di vegetazione, altri invece sono dannosi a prescindere dalla varietà di pianta. In genere però ogni specie di fungo ha le sue preferenze, sia per quel che riguarda le piante che attacca, sia per quel che riguarda le condizioni in cui prolifera. 

All’inizio dell’autunno in particolare a minacciare il manto erboso sono il Mal bianco e la Ruggine.

Il Mal bianco è conosciuto anche con il nome di Oidio ed è causato da microrganismi appartenenti alla specie Blumeria graminis, particolarmente pericoloso nel caso di prati di Poa Pratensis, sensibile a questo agente patogeno. Questo fungo si manifesta con la comparsa di una muffa biancastra (da cui il nome Mal bianco). Penetrando nei tessuti, riesce a sottrarre sostanze nutritive alla zona colpita fino all’appassimento.

La Ruggine del prato (o Rust diseases) è invece provocata dal fungo Puccinia ed è caratterizzata da macchioline color giallo-arancione, da cui il nome “ruggine”, che inficiano lo sviluppo vegetativo dell’erba. Si diffonde principalmente nei prati dove si registra una mancanza di azoto, a cui si accompagna un prato troppo alto. In questi casi la strategia migliore consiste nel concimare tempestivamente con un prodotto contenente un buon livello di azoto. Per quanto riguarda il taglio si consiglia di attendere che la concimazione azotata faccia effetto per evitare di propagarsi le spore.

Per mantenere sano il vostro prato la strategia migliore è prevenire gli attacchi. Questo è possibile da un lato evitando che il tappeto erboso manifesti carenze nutrizionali o stress che potrebbero renderlo più vulnerabile e dall’altro affidandosi a prodotti di qualità capaci di controllare preventivamente la diffusione dei microrganismi potenzialmente patogeni.

Distartergreen

Il problema delle talpe

Le talpe in autunno non vanno in letargo! Se la superficie del tappeto erboso presenta buche e cumuli di terra, la presenza delle talpe potrebbe essere una certezza. Questi cumuli di terra, oltre ad essere esteticamente brutti da vedere, possono compromettere operazioni colturali come lo sfalcio dell’erba, la concimazione e la semina. A risentirne principalmente sono i prati giovani appena germinati, poiché le gallerie create dalle talpe possono rovinarne gli apparati radicali fragili, e per questo è necessario applicare il prima possibile strategie difensive per eliminare il problema.

Ecco i passaggi necessari per risolvere il problema delle talpe senza creare danni in giardino:

  • Appianare i cumuli di terra 
  • Riseminare le zone in cui non è più presente l’erba, in modo da prevenire la nascita delle infestanti
  • Spostare il cumulo di terra superficiale ed incanalare l’acqua nelle gallerie per allagarle in modo da costringere le talpe ad abbandonare la zona
  • Lungo il perimetro di piccoli tappeti erbosi quadrati o rettangolari è possibile installare una rete metallica a maglie più o meno fitte fino ad una profondità di 50 cm in modo da creare una barriera che ostacoli l’ingresso delle talpe nel giardino
  • Utilizzare concimi naturali disabituanti, il cui odore può fungere da repellente per le talpe 

Per fare un esempio pratico di disabituante, la nostra azienda propone BL Natural un concime a base di Olea Europea e di un mix di olii essenziali sinergici che fungono da barriera protettiva per il tappeto erboso. Oltre che per i prati, questo prodotto naturale è indicato per le zone agricole e per gli orti. E’ sicuro per gli animali e per le persone che vivono il giardino ogni giorno e non interferisce con le colture presenti in esso. Intervenendo alla prima comparsa dei rialzi nel terreno, colpisce le femmine prima che possano procreare. Un solo litro di prodotto è sufficiente per 20 metri lineari ma in caso di infestazione elevata si consiglia di ripetere più volte il trattamento fino alla scomparsa delle talpe. Una volta scomparse le talpe, si consiglia di procedere con l’appianamento delle buche e la risemina del prato nelle zone danneggiate.

Distartergreen

Alle 19,55 di questa sera sintonizza la TV su Telerimini che si va in onda!

Starter Green questa sera torna come ospite nella trasmissione televisiva Calcio di Rigore, in onda alle 19,55 su Telerimini. 

Alessandro Paganini, titolare della nostra azienda, presenzierà ancora una volta come opinionista durante il corso della puntata; tutto questo grazie all’apprezzamento dei giardinieri professionisti che da anni lavorano nel territorio Emiliano Romagnolo e che ogni stagione scelgono di affidarsi a Starter Green per la scelta dei miscugli e dei concimi per la creazione e il mantenimento degli impianti sportivi.

In foto: il giornalista Daniele Manuelli, accompagnato da Corin Stella e dall'opinionista Renzo Baldisserri.


I prati realizzati con sementi da prato a marchio Starter Green si differenziano dalla concorrenza per la compattezza e l’uniformità che il tappeto erboso conferisce al terreno di gioco, per la resistenza al calpestio e per il colore vivo e intenso che il prato mantiene tutto l’anno.


Blue Top Overseeding è il miscuglio specifico per il mantenimento di tappeti erbosi più intensamente utilizzati. E’ consigliabile effettuare la risemina con Blue Top Overseeding almeno una volta all’anno in dosi da 20 grammi al mq per conferire al prato un aspetto sempre compatto ed un colore omogeneo, oltre che per assicurargli un’alta resistenza agli stress termici. 
Siamo vicini all’esaurimento delle scorte, approfitta ancora per pochissimo dell’offerta 10 sacchi da 10kg + 1 OMAGGIO di Blue Top Overseeding!


Ma un giardiniere professionista non può dimenticarsi dell’importanza delle concimazioni!


Starter Green questo mese ha deciso di premiare i suoi clienti con un’offerta imperdibile sul concime a lenta cessione, Turf Plus, che assicura al prato un’elevata resistenza agli agenti patogeni e alle malattie funginee. Inoltre sblocca gli elementi nutritivi immobilizzati suolo e svolge un’attività di volano contro la ritenzione idrica. 

Approfitta dell’offerta su Turf Plus, provalo al prezzo speciale di 1,45 euro al kg (confezioni da 25 kg) e assicurati la soddisfazione dei tuoi clienti!

Contattaci per accedere alle offerte chiamando il 348 58 366 25

Leggi l’articolo pubblicato da Telerimini dedicato alla puntata di stasera:https://www.altarimini.it/News127815-tv-lunedi-di-calcio-locale-e-rimini-calcio-su-telerimini-dalle-ore-1955-appuntamento-con-calcio-di-rigore-e-sportup.php?fbclid=IwAR1BVlFkcAA0NqQTvJCt8Fx5aW8AUVKeY7tsPq7R3ZFQU7mlu8hLX2hvTmk

Distartergreen

Ottobre: il mese della risemina

L’autunno, in particolare il mese di Ottobre, è il periodo migliore in assoluto per eseguire una risemina e trasemina di un prato danneggiato.

In questo periodo la germinazione avviene più rapida e le operazioni di risemina risultano meno minacciate dalle piante infestanti.

In realtà una leggera risemina andrebbe sempre eseguita anche se il prato è poco danneggiato perché più il prato è compatto, più sarà resistente a tutti gli stress meccanici e, soprattutto, l’erba fitta lascerà molto meno spazio alle infestanti.

Ovviamente la risemina diventa ancora più obbligatoria quando il diradamento o il danneggiamento del prato è più visibile, ampio e marcato. In molte occasioni se non si risemina non c’è nessuna speranza di rivedere il prato sano e bello.

PRINCIPALI CAUSE DEI DIRADAMENTI:

  • intenso calpestio
  • tipologia di erba inadatta
  • malattie fungine
  • stress termici estivi
  • errata irrigazione
  • semina o risemina primaverile mal riuscita
  • erbe infestanti
  • attacco di larve

Il seme per il prato più adatto alla ricrescita deve essere veloce ed uniforme, oltre che resistente al calpestio, alla temperatura e all’esposizione alle avversità climatiche.

Nel mese della risemina Starter Green propone una super promozione sul suo seme per il prato Blue Top Overseeding, il seme studiato appositamente per una crescita rapida e compatta.

Con 10 sacchi da 10 KG potrai ricevere un sacco in omaggio a scelta tra Blue Top Overseeding. Blue Top Landscape (per le nuove semine) e Rustico Resistente. Cosa aspetti? Contattaci per saperne di più!

Distartergreen

Vuoi dare una svolta al tuo lavoro di giardiniere? Prova Starter Green!

L’esperienza, la passione e lo studio costante di Starter Green per aiutare i giardinieri a creare tappeti erbosi di facile manutenzione e sempre belli da vedere e da toccare ha portato l’azienda a crescere di anno in anno e a proporre nuovi ed interessanti prodotti per una scelta dei materiali consapevole e sempre aggiornata sulle novità del mercato.

I nostri Top Best Seller sono sempre stati i semi per il prato della linea Blue Top che puoi scoprire qui

Sementi per la nuova semina Blue Top Landscape:
http://www.startergreen.it/prodotto/blue-top-landscape/

Sementi per la rigenerazione Overseeding:
http://www.startergreen.it/?s=blue+top+overseeding

Dal 2019 Starter Green ha lanciato un nuovo concime per i tappeti erbosi, utile sia in caso di semina sia in caso di cura periodica.

Triko K, concime liquido a base di Micorrize, è diventato da subito il concime più venduto da Starter Green, il più acquistato da giardinieri e vivaisti. Le Micorrize fungono da antagonista per scongiurare le malattie del tappeto erboso e come nutrimento per un prato sempre compatto e in ottima salute. Vuoi maggiori informazioni sui nostri prodotti?

Chiama il 348 583 6625 per ricevere consigli tecnici e accedere a tutte le nostre offerte del mese sui semi per il prato!

Disemi

Miscugli di microterme

Nella scelta della formazione dei tappeti erbosi STARTER GREEN ,dopo anni di studi,ricerche e di collaborazione con enti specializzati, propone nella sua gamma varietale miscugli adatti ad ogni esigenza.
Miscugli con alta purezza e alta germinabilita’ certificate.
In campo agronomico intendiamo per consociazione la coltivazione contemporanea di piu’ specie o varieta’ nel medesimo terreno.
Quindi STARTER GREEN, ha scelto questa strada per esaltare e fare rendere al massimo le caratteristiche delle varie essenze appunto consociate nei vari miscugli.
Normalmente miscugli formati da piu’ specie da giardino, appartenenti alla famiglia delle microterme, cioe’ essenze che come dice la parola trovano condizioni favorevoli con tempeture tipiche della primavera e dell’autunno.
Loietti, festuche arundinacee, festuche a foglie fini, poa pratensis e agrostis palustris sono le principali essenze, sono quindi microterme.
Nella famiglia delle macroterme annoveriamo cynodon dactylon,paspalum vaginatum,zoysia japonica,dichondra repens.
Queste ultime sono essenze che trovano maggior vigore vegetativo con temperature medio alte, quindi nel periodo estivo, attraversano invece una fase critica nel periodo dove le temperature scendono sotto i 10°C perdendo il colore e di conseguenza rallentando l’attivita della vegetazione.
In condizioni di ombreggiamento l’attivita’ della fotosintesi clorofilliana viene ridotta, quindi per consentire all’erba di sviluppare una maggiore quantita’ di foglia, il prato deve essere tagliato piu’ alto.
Premesso questo, in natura non esiste nessuna essenza che vegeti al meglio in condizioni di scarsa luminosita’,ma sicuramente tra le specie ci sono quelle che si adattano maggiormente nelle zone d’ombra.
Annoveriamo tra queste le festuche a foglie fini,poa pratensis e agrostis.
Al contrario per terreni particolarmente soleggiati si preferiscono miscugli con un alta percentuale di loietto ,anche se ultimamente la festuca arundinacea, viste le sue attitudini di alta rusticita’,si adatta bene in zone di sole.
Disemi

La rigenerazione del campo sportivo

1 – MONITORING
Per monitoring intendiamo il controllo delle condizioni del campo sportivo
valutando le operazioni da eseguire.
2 – DISERBO POST EMERGENZA
Per quanto riguarda il diserbo, abbiamo due tipologie di interventi:
-infestanti graminacee
-infestanti a foglia larga
Nel primo caso bisogna intervenire con un graminicida selettivo a base di
fenoxaprop-p-ethyl. Nel caso di presenza di foglia larga il diserbo va effettuato
con prodotti a base di mecoprop, dicamba, clopiralid.
3 – TAGLIO BASSO
Per poter effettuare le successive operrazioni meccaniche intervenire con un taglio
ad un altezza di 1,5-2 cm.
4 – SABBIATURA
Per migliorare la struttura del suolo e la giocabilita’ del campo e’ opportuno
distribuire 30-35 mc di sabbia specifica per tappeti erbosi.
5 – CONCIMAZIONE TOP SOIL
Per top soil intendiamo lo strato superficiale del terreno in cui si riscontra buona parte
delle radici del prato, e quindi per favorire la radicazione in profondità si consiglia di
intervenire con STARTER GREEN TURF 4 da 1 kg o 5 kg.
6 – BUCATURA
Per evitare la compattazione e ripristinare il drenaggio, procedere con la bucatura con
il passaggio incrociato con vertidrain.
7 – TRASEMINA INCROCIATA
Per favorire la rigenerazione del campo sportivo si consiglia di utilizzare il miscuglio
BLUE TOP OVERSEEDING, alla dose di 20 gr x mq.
8 – CONCIMAZIONE STARTER
Distribuire ad un dosaggio di 25 gr x mq di un prodotto come STARTER GREEN TURF NP
che permette al tappeto erboso di aumentare la velocità germinativa.
9 – TRATTAMENTO FUNGICIDA E RADICANTE
Il trattamento preventivo per le malattie fungine consisite nel distribuire un prodotto
a base di fosfito di potassio, quale STARTER PHYTOGREEN, che ha la caratteristica di
irrobustire i tessuti vegetali che si autodifendono “naturalmente” dalle avversità.
Un’ altro prodotto di nuova concezione è STARTER TRIKO K, inoculo di micorrize che creano
le condizioni ideali sfavorevoli al propagarsi delle malattie fungine.

www.startergreen.it
info@startergreen,it

Disemi

Funghi antagonisti e micorizzazione del prato

Micorrize, funghi antagonisti e batteri favoriscono lo sviluppo delle piante.

Negli ultimi anni si e’ riuscito a riprodurre questi ultimi (micorrize, funghi antagonisti e batteri) disponendo di ceppi che favoriscono uno sviluppo sano delle piante.

Le Micorrize rendono le piante più robuste e resistenti e incrementano fino a 1000 volte la capacita’ della pianta di assorbire acqua e sostanze nutritive e la proteggono da eventuali attacchi di parassiti.

Il trichoderma, è un fungo che ha la caratteristica di accrescimento rapido, e il ceppo più utilizzato è il “TRIKOK“, grazie alle sue proprietà/caratteristiche, come:

– Specifico per le operazioni di preparazione del terreno ma anche fertirrigazione ed irrigazione a goccia;

– Elevata solubilità;

– Incremento della fertilità del terreno;

– Aumento della resistenza alle avversità e attacchi estremi;

– Diminuzione del ph, rendendo più disponibili gli elementi nutritivi normalmente presenti nel terreno;

– Aumento della crescita radicale;

– Crea un ambiente naturale sfavorevole al propagarsi di malattie fungine e batteriche.