Ad ogni albero la sua cura

Disemi

Ad ogni albero la sua cura

meleOrmai anche il mese di Dicembre è arrivato e a poco a poco tutte le piante sono andate in letargo.

Un buon giardiniere però sa che non deve abbassare la guardia e che questo è un periodo più libero dal lavoro intenso della primavera e dell’estate e quindi perfetto per dedicarsi ad abbellire il proprio giardino e dedicarsi in particolare alla potatura.

La potatura del giardino può rivelarsi uno dei momenti più creativi del giardiniere, in cui ci si può sbizzarrire e creare divertenti sculture di siepi o precisi alberi a punta e il segreto del successo di ogni giardiniere che si rispetti è proprio saper trasformare questa creatività innata in una piccola opera d’arte.

siepi elefanteQuali sono gli strumenti indispensabili alla potatura?

Per i nuovi del mestiere è sempre meglio fare un riepilogo degli strumenti più importanti per effettuare una potatura professionale sfruttando pochi e semplici attrezzi da giardinaggio.

  • Cesoie affilate: gli alberi da frutto si ammalano facilmente dunque si consiglia di effettuare dei tagli netti in modo che impediscano alle malattie di penetrare nella pianta.
  • Seghetti per potatura: il seghetto è necessario per potare i rami più spessi e anch’esso dev’essere ben affilato.
  • Scala a pioli: per potare gli alberi da frutto più alti usare una scaletta robusta.

Manutenzione degli Alberi Adulti

Quando bisogna occuparsi della manutenzione del giardino è sempre meglio iniziare dagli alberi più anziani per accertarsi che non ci siano rami pericolanti o malati. E’ fondamentale assicurarsi che i rami laterali che si dipartono dai rami che formano lo scheletro dell’albero non diventino più pesanti dei rami principali. Per evitare che ciò accada bisogna effettuare una potatura in modo che la struttura di base dell’albero resti sempre equilibrata e simile nel corso degli anni.

Manutenzione dei Ciliegi

Il ciliegio è una delle piante da frutto più comuni in Emilia Romagna e anche se non siamo in stagione di ciliegie è necessario parlare subito di questa pianta. Il ciliegio con il passare degli anni si trasforma in un albero dal tronco robusto che risulterebbe troppo grande per dare un buon raccolto. Per essere sicuri di trovare tante ciliegie nel mese di Maggio è assolutamente necessario potare la pianta sempre a forma di cespuglio. Si consiglia di potare il ciliegio alcuni mesi dopo averlo messo a dimora e di fare la prima potura ad agosto in modo tale da permettere ai rami di cicatrizzare. Per avere una buona produzione bastano cinque o sei rami principali ben distribuiti sul tronco ed è necessario ricordarsi di tagliarli della stessa lunghezza e di ricoprire di Arbrex i tagli più importanti per permettere a nuovi germogli di crescere. Quando un ciliegio diventa vecchio può essere facilmente ringiovanito semplicemente rimuovendo i rami che crescono verso l’interno, oltre naturalmente a quelli malati. Dopo aver effettuato questa operazione è però necessario aspettare un anno prima di occuparsi dei rami alla base.

Manutenzione di Melo e Pero

Anche la potatura del melo e del pero sono operazioni piuttosto semplici da effettuare perchè si limitano ad una potatura di ritorno dei rami principali e all’eliminazione di un terzo dei rami. I rami laterali si potano di ritorno fino a due o tre gemme, su cui si svilupperà il legno fruttifero. I rami fruttiferi formatisi in estate o quelli lunghi meno di 25 centimetri non vanno potati e nel corso degli anni bisogna tenere cinque rami principali in modo tale che fuoriescano dal tronco ad altezze diverse, puntando in direzioni diverse.

Se necessario i rami potranno essere piegati e fissati con corda o altro materiale robusto da ancoraggio. L’anno seguente questi legacci potranno essere rimossi mentre i rami laterali verranno tagliati a metà della loro lunghezza e i rami più vecchi e incrociati si eliminano per permettere alla luce del sole di penetrare meglio nella chioma.

 

 

Info sull'autore

semi