Come piantare un Melograno in Giardino

Disemi

Come piantare un Melograno in Giardino

come piantare un melogranoChi non desidererebbe avere un brillante albero di melograno nel suo giardino? Pochi sanno che questo desiderio è davvero semplice da esaudire. Innanzitutto è necessario scegliere la varietà di melograno da piantare. Noi tra le diverse varietà consigliamo il Punica Granatum che può innalzarsi fino a due metri e mezzo di altezza e produrre fiori di colore arancione durante l’estate. Se si preferisce avere un melograno più piccolo nel proprio giardino, si può optare per il Melograno Nano che arriva soltanto ad un metro di altezza e può anche essere coltivato in vaso.

Per piantare un melograno ci sono diversi metodi, si può partire da una piantina, da una talea o dal seme, anche se quest’ultima soluzione si rivela sempre la più difficoltosa. Prima di vedere i frutti sarà necessario attendere che la pianta diventi adulta, aspettando almeno tre anni.

Le talee possono essere recise direttamente dalla pianta, tagliando un ramo di 25 cm e coprendo l’area tagliata con un ormone radicante, mentre le piantine possono essere acquistate nei negozi specializzati. Il periodo ideale per recidere e piantare una talea va da febbraio a marzo, quando la pianta è ancora dormiente. Prima di piantare il melograno, bisogna assicurarsi di posizionarlo in una zona soleggiata dove il terreno è ben drenato, al riparo dal vento e dall’umidità.

Una volta che l’alberello è stato piantato bisognerà innaffiarlo, in modo da stabilizzare il terreno attorno ad esso. In seguito sarà necessario innaffiarlo ogni due o tre giorni, finché non inizieranno a crescere nuove foglie, segno che la radicazione e l’ambientazione della pianta stanno andando a buon fine. Con il passare delle settimane sarà possibile innaffiare l’alberello ogni 7-10 giorni, ricordando di innaffiare più abbondantemente quando i primi fiori e i primi frutti iniziano a sbocciare. Durante il primo anno di vita del melograno sarà necessario concimarlo almeno tre volte con appositi fertilizzanti. Il mantenimento, oltre all’innaffiatura, consiste nel tenere pulito il terreno attorno al fusto, estirpando le piante infestanti.

Info sull'autore

semi