Metalli Pesanti nell’Erba di molti Campi Sportivi

Disemi

Metalli Pesanti nell’Erba di molti Campi Sportivi

campi da calcio erba sinteticaQuando si tratta di calcio, gli italiani sanno sempre cosa dire perché conoscono bene il gioco in tutte le sue sfaccettature e chi di loro non si intende anche di suolo? A seconda delle abitudini c’è chi gioca su terreno battuto, chi su prato sintetico, ma senza dubbio tutti preferiscono l’erba naturale.

Quando si sceglie il suolo per il proprio campo sportivo bisogna sempre ricordare che le preferenze degli utenti, ossia dei giocatori, devono essere sempre al centro dell’attenzione in quanto sono loro, gli sportivi, che sanno precisamente in quale ambiente è migliore la loro esperienza sul campo. Evitiamo dunque di mettergli a disposizione un terreno in terra battuta, spesso fangoso o polveroso, perché difficilmente torneranno a giocare da noi.

Innanzitutto è necessario sapere che i campi da calcio sintetici sono diversi dai campi in prato naturale perché sono composti principalmente da materiali sintetici come la gommapane, la gommapiuma, il latex, l’anal-lube, ecc.

Il prato sintetico, il più utilizzato nei campi da calcio a cinque, può risultare comodo per la manutenzione, soprattutto se l’erba è bassa e poco sabbiosa, e corredata di gommini in modo tale che le cadute vengano ammortizzate.

Non tutti però sanno che da anni il prato sintetico è stato messo sotto accusa in quanto si suppone che contenga materiali pesanti pericolosi per il corpo umano. A supporto di questa tesi il ministero della Salute uscente ha certificato l’allarme affermando che i campi in erba sintetica costruiti in Italia sono potenzialmente cancerogeni.

Secondo il documento, nell’intaso di gomma che sostiene il manto d’erba artificiale ci sono quantità pericolose, in alcuni casi picchi elevati e comunque sempre oltre la soglia stabilità per legge, di Ipa (idrocarburi policiclici aromatici dannosi per reni, fegato e polmoni), toluene (composto volatile altamente tossico) e metalli pesanti, dunque le polveri che si sollevano giocando a calcio sono rischiose. Inoltre la commissione del ministero della Salute ha scoperto che gran parte dei “parchi gioco” del territorio italiano, come le aree con scivoli e giostre presenti nelle piazze e nei parchi, poggia su tappetini in gomma prodotti dalle stesse aziende che forniscono i campi in erba artificiale e realizzati con le stesse gomme.

E’ dunque necessario trovare un modo per bonificare i terreni di gioco e fare in modo che i campi italiani e i parchi giochi siano controllati, sia i 350 ufficiali sia le decine di abusivi con un unico metodo di controllo valido per tutti, in modo da renderli sicuri al 100%.060

 

Info sull'autore

semi